Al via 'Coding girls', per appassionare ragazze alla programmazione

Coinvolte 10mila giovani donne in 14 città italiane

Entro il 2030 fra i 40 e i 160 milioni di donne dovranno pensare ad una nuova occupazione oppure riqualificare le competenze in ambito tecnologico per non rimanere escluse dal lavoro. Ad oggi però è donna soltanto il 20% dei lavoratori nella scienza e nella tecnologia e il 35% degli studenti di discipline Stem. Lo evidenzia il rapporto "The future of women at work" del McKinsey Global Institute. In Italia a studiare ingegneria è solo il 26% delle donne, nel settore Ict tra gli specialisti il rapporto è di una donna ogni 6 uomini. Occorre quindi colmare un gap di genere, per cui il nostro Paese è tra l'altro complessivamente 70esimo su 149.

Nasce da questa esigenza la sesta edizione di Coding Girls, promossa dalla Fondazione Mondo Digitale e Ambasciata degli Stati Uniti in Italia, con la collaborazione di Microsoft Italia. L'obiettivo è appassionare le ragazze alla programmazione dei computer. Giovani programmatrici delle scuole superiori entro l'anno dovranno formare 10.000 coetanee in 14 città italiane. Dal 5 al 22 novembre, guidate dalle coach americane Anthonette Peña e Emily Bradford, esperte di Computer Science, saranno protagoniste di una staffetta formativa in oltre 60 scuole.

"L'apporto che dà una donna al mondo del lavoro è fondamentale. Far andare le persone d'accordo, dire le cose con grazia sono alcune delle caratteristiche. C'è un lato femminile importante anche nella tecnologia: siamo capaci di adeguarci a qualsiasi tecnologia ci venga messa davanti". A dirlo è Paola Pisano, ministra per l'innovazione tecnologica e la digitalizzazione, intervenendo alla presentazione a Roma dell'iniziativa Coding Girls. 

"La nostra sfida - spiega Mirta Michilli, direttrice generale della Fondazione Mondo Digitale - è creare una filiera educativa verticale che renda le giovani donne consapevoli del ruolo cruciale che ciascuna può avere nello sviluppo del paese". "L'obiettivo è preparare una nuova generazione a rispondere alle esigenze tecnologiche delle imprese - sottolinea Lewis M. Eisenberg, ambasciatore degli Stati Uniti d'America in Italia - L'Ambasciata è orgogliosa di essere all'avanguardia e di riconfermare l'impegno al rafforzamento del ruolo delle donne". "Coding Girls - evidenzia Barbara Cominelli, direttore Marketing & Operations di Microsoft Italia - è collegato al programma Ambizione Italia per la scuola, per studenti e docenti. Il programma dedica particolare attenzione alle ragazze, affinché approfondiscano le opportunità dell'intelligenza artificiale. Quest'anno sono state raggiunte 500mila persone".

 

Fonte: http://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/tlc/2019/10/08/al-via-coding-girls_cca56d94-ccc8-44fa-b271-aed6ca0362d5.html