Microsoft spiega perché Windows 10 FCU viene rilasciato progressivamente

La compagnia ha pubblicato un articolo in cui spiega i motivi che hanno spinto la società ad effettuare un roll-out "graduale" e non istantaneo, del suo nuovo aggiornamento per Windows 10

Da pochi giorni Microsoft ha rilasciato Windows 10 Fall Creators Update, l'aggiornamento che include alcune novità peculiari: il Fluent Design System su parecchi elementi dell'interfaccia utente e delle app native, OneDrive Files On-Demand, un sistema anti-cheat, e molto altro. Nelle scorse ore la compagnia ha inoltre pubblicato un articolo in cui spiega le motivazioni legate alla scelta di un roll-out di tipo graduale, e non esteso sin da subito a tutti gli utenti.

Inizialmente solo i dispositivi che la compagnia testa internamente, o gli utenti Insider, ricevono gli aggiornamenti "major" come FCU, e questo per ottenere feedback specifici soprattutto per quanto riguarda la compatibilità con le applicazioni e i device di terze parti. Le loro opinioni in merito alle novità o alle possibili aggiunte sul sistema operativo vengono vagliate per individuare come migliorare l'esperienza d'uso e il modo in cui rimuovere eventuali falle o problematiche scoperte.

Garantendo una distribuzione progressiva, e non estesa sin da subito a tutti, Microsoft garantisce "un'esperienza di aggiornamento di alta qualità" per il numero più alto di utenti possibile, sostiene la stessa compagnia.

Il punto cardine di ogni aggiornamento di Windows 10 rimane la massima sicurezza, con FCU che viene definita "la versione più sicura" del SO. La compagnia, si legge sul post, ha ottimizzato il codice per ridurre le dimensioni del download dell'aggiornamento e di tutti i successivi feature update: chi aggiorna dal Creators Update attraverso Windows Update dovrà scaricare un pacchetto del 25% inferiore in dimensioni rispetto ai precedenti aggiornamenti.

C'è comunque da dire che l'aggiornamento di Windows 10 FCU non è arrivato senza problemi, con alcuni utenti che sono stati accolti al primo avvio dalla mancanza di alcune applicazioni precedentemente installate. Il roll-out progressivo, spiega la società, serve anche a questo, ovvero a dare la possibilità ai tecnici interni di risolvere i problemi riscontrati dal primo gruppo di utenti prima del rilascio su più ampia scala e prima di raggiungere le masse.

 

Fonte: http://www.hwupgrade.it