Windows 10 permetterà di dialogare con gli smartphone Android

La nuova build rilasciata agli Insider per quanto concerne l'aggiornamento Fall Creators sembra svelare una novità importante. Il sistema operativo permetterà un'esperienza più profonda con Android. Vediamo i dettagli.

La maggiore integrazione di Windows 10 promessa con il nuovo aggiornamento Fall Creators nei confronti degli smartphone Android e iOS sembra reale e pronto per fare il suo debutto al rilascio dell'update. Sì, perché già oggi grazie al rilascio della nuova build agli Insider è possibile scoprire un miglioramento importante per quanto concerne il collegamento tra Windows 10 e gli smartphone Android. In questo caso parliamo di navigazione cosiddetta "cross-platform" che dunque permette di installare l'applicazione di "Microsoft Apps" per poi aprire ogni tipo di collegamento direttamente sul proprio PC Windows.

L'integrazione attesa da tempo su Windows via Android e iOS sembra dunque essere realmente in arrivo. In questo caso le notizie riguardano espressamente Android ma sappiamo che anche per gli iPhone e iPad arriveranno novità simili. Gli utenti dunque potranno aprire qualsiasi applicazione dal proprio smartphone direttamente sul PC con Windows 10 tappando semplicemente sul pulsante Condividi. Un passaggio quanto mai veloce che dunque faciliterà l'integrazione tra i due sistemi operativi e che permetterà anche di assecondare anche ulteriori funzionalità come aprire una pagina web direttamente sul PC oppure salvarla per poi visualizzarla a posteriori con la notifica onnipresente sull'Action Center.

Non solo perché anche Cortana verrà ancora più integrata in Android e dunque negli smartphone con il robottino verde. In questo caso l'assistente virtuale di Microsoft terrà traccia della cronologia delle pagine web visitate direttamente con Edge su PC. Questo dunque permetterà poi di riattivarle anche sullo smartphone.

La volontà della casa di Redmond è quella di poter gestire al meglio Windows 10 anche se si utilizza uno smartphone con sistema operativo differente. Tanta integrazione in "cross platform" che in qualche modo sembra essere la moda del momento introdotta da Apple con il proprio macOS e iOS e portata avanti anche da Windows nelle sue ultime versioni. Migliore esperienza d'uso è l'idea alla base del lavoro che gli ingegneri di Redmond stanno seguendo per mantenere ad alti livelli Windows 10 soprattutto in futuro.

 

Fonte: http://www.hwupgrade.it