Computex 2020: per ora tutto confermato alla fiera hardware di Taipei

TAITRA, l'organizzatore del Computex, conferma che la fiera si farà a dispetto della preoccupazione legata al Coronavirus. A Taiwan, sino ad ora, è stato operato un efficace contenimento dell'epidemia

L'edizione 2020 del Computex di Taipei, prevista dal 2 al 6 giugno, è al momento pienamente confermata dall'organizzazione. Si tratta, lo ricordiamo, della più importante fiera legata a tutti i componenti del mondo dei PC, nel quale l'intero ecosistema dei produttori partecipa spesso proponendo importanti novità di mercato.

Walter M.S. Yeh, Presidente e CEO di TAITRA, ha confermato l'organizzazione dell'evento con questo comunicato ufficiale:

“On behalf of TAITRA, I wish to express my deepest sympathy, concern and support to those affected by the outbreak of the novel Coronavirus (COVID-19). The new epidemic has caused serious harm to global and domestic MICE industries and tourism in Asia. However, Taiwan has been extremely effective in protecting the public through the stringent measures that have been implemented, and TAITRA will continue to monitor closely all developments and keep international visitors to Taiwan very well-informed.”

Verranno messe in atto alcune azioni pratiche durante i giorni della fiera, per aumentare l'igiene complessiva dei partecipanti ed evitare in questo modo il propagarsi dell'infezione. Si consiglierà di indossare maschere sul viso, pratica del resto molto diffusa in Asia già ben prima del propagarsi di questa forma virale, con incremento di postazioni mediche permanenti.

 

Se torniamo alla memoria all'anno 2003 per l'organizzazione del Computex si era verificata in quel periodo una situazione speculare a quella presente: in quel caso si trattava della epidemia di SARS. L'edizione di quell'anno del Computex era stata posticipata alla fine del mese di settembre, con una decisione che era stata ufficializzata solo alla fine del mese di aprile.

Lecito quindi immaginare che una decisione definitiva possa essere presa più avanti del tempo, permettendo in questo modo agli eventi di avere il loro corso naturale e capire tra un paio di mesi quale sarà lo scenario complessivo.

Al momento attuale coloro che viaggiano a Taiwan provenienti dall'Italia sono stati inseriti in una lista speciale dal governo taiwanese: viene loro richiesta una quarantena di 14 giorni dal momento dell'ingresso onde evitare che viaggiatori potenzialmente infetti ma senza manifestazione della malattia possano contagiare altre persone a Taiwan. Il mantenimento di questo regime implicherebbe di fatto la non partecipazione di visitatori italiani al Computex.

 

Fonte: https://www.hwupgrade.it/news/mercato/computex-2020-per-ora-tutto-confermato-alla-fiera-hardware-di-taipei_87295.html