Google down: disservizi per YouTube, Gmail, Drive e Meet. Salta la didattica a distanza

Segnalazioni in tutto il mondo per il blocco dei servizi del gigante di Mountain View. Dal portale video al servizio clou, dalla posta elettronica ail servizio di videchiamate Meet usato in tutta Europa per la DAD. Google: "Stiamo risolvendo"

Se un gigante del web come Google va in ginocchio in diverse parti del pianeta, la faccenda è seria. Anche se i disservizi sono apparentemente a macchia di leopardo, il sito downdetector.com  ha mostrato decine di migliaia di segnalazioni per il browser, la posta di Gmail, la videochat di Google Meet e Google Classroom, nonché Google Drive e YouTube. Tra i servizi coinvolti anche Hangouts, Play e Duo. Tantissime le segnalazioni provenienti dall'Europa, anche per via del fuso orario, ma non mancano quelle dagli Stati Uniti, dal Canada, dall'Australia, dal Sud Africa, dall'India, dall'America Centrale e dall'America del Sud. Diversi anche i messaggi lasciati dagli utenti su Twitter con hashtag #googledown.

Quando è successo. Le prime segnalazioni dei disservizi sono arrivate poco prima delle 13 ora italiana, per malfunzionamenti di Gmail, Youtube, Meet e Drive. In particolare è saltato il servizio di videochiamata Meet, che ospita molte delle lezioni di milioni di studenti attualmente in DaD (Didattica a Distanza) in tutta Europa. Messaggi ironici rivolti a studenti e professori sono comparsi per qualche minuto, durante il down di Google, sui principali sistemi informatici utilizzati per la didattica a distanza in Italia. "Il vostro amico hacker ha pensato di anticipare le vacanze", si legge in uno dei tanti messaggi comparsi sugli schermi delle aule 'virtuali'. Non è escluso che qualcuno sia riuscito a 'bucare' le piattaforme per la Dad approfittando proprio del collasso di Google. 

Su YouTube è comparsa la scritta "Qualcosa è andato storto", mentre su Gmail si legge "Spiacenti... il sistema ha riscontrato un problema". Poi sono arrivati i primi messaggi ufficiali da Mountain View: "Siamo consapevoli che ci sono problemi di accesso a YouTube, stiamo lavorando per capire. Vi aggiorneremo non appena avremo notizie", scriveva YouTube dal suo profilo Twitter; mezz'ora dopo un messaggio più rassicurante: sul 'Dashboard', il pannello di controllo che Google mette a disposizione e che riporta lo stato di funzionamento dei servizi offerti dall'azienda, si legge che ogni servizio "è già stato ripristinato per alcuni utenti e prevediamo una risoluzione a breve per tutti gli altri utenti". E ancora: il problema "dovrebbe essere stato risolto per la stragrande maggioranza degli utenti interessati", ha fatto sapere Big G assicurando che continuerà "a lavorare al ripristino del servizio per gli utenti che continuano a riscontrare il problema", ma non pubblicherà "ulteriori aggiornamenti sulla Dashboard dello stato di Google Workspace". "Ti garantiamo - conclude la nota - che l'affidabilità del sistema è una priorità di Google e stiamo apportando continui miglioramenti per rendere migliore il nostro sistema".

Al momento non ci sono spiegazioni sul motivo (o sui motivi) di questo malfunzionamento planetario. Qualche utente ipotizza che il problema sia legato agli account degli utenti con Google: YouTube, per esempio, sembra funzionare correttamente se si accede in modalità "in incognito".

 

fonte: https://www.repubblica.it/tecnologia/sicurezza/2020/12/14/news/da_youtube_a_gmail_a_drive_il_crash_dei_servizi_google_nel_mondo-278317351/?ref=fbpr&fbclid=IwAR26nOCmi0RJTs0Y0YEnYS8eHg71j3aK7T1kvjmiwQM_GAtFoH90Xg54W3A