Google Maps, in distribuzione nuove funzioni per proteggersi da COVID-19: eccole tutte

Google ha annunciato ufficialmente diverse funzionalità per proteggere gli utenti dall'infezione da nuovo coronavirus. Non tutte, però, sono disponibili in Italia

Così come in Italia, anche in altri paesi i lockdown per impedire il diffondersi della pandemia di COVID-19 stanno diventantando sempre meno restrittivi. Il nuovo coronavirus, però, è ancora una realtà e, nel tentativo di proteggere gli utenti, Google ha introdotto una serie di nuove funzionalità per la sua app Google Maps che puntano ad aiutare gli utenti a evitare le folle nelle località in cui potrebbero essere previsti assembramenti.

Fra le novità Google Maps mostrerà agli utenti una serie di avvisi relativi a COVID-19: uno fra i più utili è pensato per i viaggi su mezzi di trasporto pubblico, con l'applicazione che mostrerà all'utente tutti gli avvisi emessi dalle agenzie locali. La feature funziona su dati forniti da enti di terze parti, attualmente solo in Argentina, Australia, Belgio, Brasile, Colombia, Francia, India, Messico, Paesi Bassi, Spagna, Tailandia, Regno Unito e Stati Uniti.

 

Sull'app sono stati implementati anche nuovi avvisi sui "punti di controllo" COVID-19, come ad esempio all'attraversamento di confini nazionali che non possono essere valicati (e potrebbero imporre limiti sul percorso richiesto dall'utente). Inoltre, chi cerca di accedere a un centro di test per il COVID-19, verrà visualizzato un avviso che informa gli utenti di verificare in anticipo se sono idonei per effettuare i test, in modo da evitare di raggiungere la località solo per ricevere un rifiuto da parte delle autorità sanitarie.

Anche in questo caso, purtroppo, la feature non è disponibile in Italia ma è solo attiva in Indonesia, Israele, Filippine, Corea del Sud e Stati Uniti. Esistono altre funzionalità specifiche per i trasporti pubblici, fra i luoghi in cui c'è maggior rischio di contagio. Dopo l'introduzione dello scorso anno delle previsioni di affollamento, adesso è possibile non solo visualizzare, ma anche contribuire attraverso la propria esperienza per migliorare le previsioni per altri utenti.

Inoltre è possibile verificare i dati di affollamento di una stazione di trasporto pubblico per ogni ora della giornata, o visualizzare i dati in tempo reale rispetto allo storico della stessa stazione. Questa funzione si basa sugli utenti che hanno scelto di abilitare la Cronologia delle posizioni su Google, che è disattivata per impostazione predefinita. Le informazioni, secondo quanto precisa Google in un post ufficiale, vengono visualizzate e raccolte nel rispetto della privacy degli utenti.


Infine, fra le novità c'è anche la possibilità di verificare (sempre sulle base di stime realizzate sui dati a disposizione dell'azienda) la presenza di controlli sulla temperatura corporea in determinate corse, le informazioni di accessibilità, la possibilità di avere reparti solo per donne (nei paesi in cui i sistemi di trasporto prevedono questa possibilità). Le nuove funzionalità sono già in distribuzione su tutti i client di Google Maps su iOS e Android, ma alcune di queste non sono ancora disponibili in tutti i paesi.