Windows 10 21H1 è più vicino di quanto pensassimo: iniziata la fase Beta

Il prossimo aggiornamento con feature in realtà non introdurrà molte novità, se non ottimizzazioni varie e miglioramenti nelle prestazioni. Di fatto non sarà un aggiornamento major, come già detto da Microsoft, ed è già disponibile sotto forma di Beta

Microsoft ha rilasciato la prima build d'anteprima di Windows 10 21H1, poche ore dopo aver confermato ufficialmente che si tratterà di un aggiornamento di tipo minore come le versioni 20H2 e 1909. A differenza di queste ultime due, che sono arrivate nella seconda metà del 2020 e 2019, il nuovo update arriverà nella prima metà del 2021: Microsoft ha pertanto invertito la roadmap, con l'aggiornamento della seconda metà dell'anno che sarà presumibilmente il più importante.

Nello specifico, Windows 10 21H1 dovrebbe già introdurre nel codice diverse delle funzionalità che verranno presentate a fine anno, tuttavia non saranno in alcun modo accessibili per l'utente finale fino all'installazione della release 21H2, che fungerà da pacchetto di abilitazione di tutte le novità che verranno introdotte in maniera silente nei prossimi mesi. E' da notare che Windows 10 2004, 20H2 e 21H1 condivideranno il codice base del sistema operativo, e riceveranno gli stessi aggiornamenti cumulativi. A livello di novità per l'utente finale, quindi, non c'è da attendersi parecchio.

In concomitanza del rilascio della prima versione Beta di Windows 10 21H1 per gli utenti iscritti al programma Insider, Microsoft ha rilasciato un breve changelog che riportiamo di seguito:

  • Windows Hello multi-camera support to allow users to choose an external camera priority when using high end displays with integrated cameras.
  • Windows Defender Application Guard performance improvements including optimizing document opening scenario times.
    • We fixed an issue that causes a one minute or more delay when you open a Microsoft Defender Application Guard (WDAG) Office document. This occurs when you try to open a file using a Universal Naming Convention (UNC) path or Server Message Block (SMB) share link.
    • We improved Robocopy’s performance when copying files that total over 400 MB in size.
    • We fixed an issue that causes a WDAG container to use almost 1 GB of memory (working set) when the container is idle.
  • Windows Management Instrumentation (WMI) Group Policy Service (GPSVC) updating performance improvement to support remote work scenarios.
    • We fixed an issue that causes changes that the Active Directory (AD) administrator makes to user or computer group membership to propagate slowly. Although the access token eventually updates, these changes do not appear when the administrator uses gpresult /r or gpresult /h to create a report.

Fra le novità principali avremo quindi il supporto alla multi-camera su Windows Hello, ottimizzazioni sul servizio Windows Defender Application Guard e diverse ottimizzazioni nelle prestazioni.

Per installare la nuova beta è necessario partecipare al canale Beta del programma Insider ed effettuare una ricerca manuale di nuovi aggiornamenti via Windows Update. Il sistema propone in questo modo l'installazione della nuova build 19043.844, che di fatto offre nel sistema la nuova release. Lo stesso aggiornamento cumulativo viene proposto anche nel canale Release Preview, ma qui l'installazione è relativa alla versione Windows 10 20H2, con la build 19042.844.

E' la prima volta che Microsoft non dà un nome completo a un aggiornamento non cumulativo, come ad esempio Windows 10 May 2021 Update. L'azienda si è limitata a chiamarlo Windows 10 21H1 senza usare altre nomenclature più formali, e non sappiamo se questo cambierà man mano che ci avvicineremo al rilascio al pubblico. Quando? Ad oggi non abbiamo conferme ufficiali, sappiamo solo che Windows 10 21H1 arriverà nella prima metà dell'anno.

 

Fonte: https://www.hwupgrade.it/news/sistemi-operativi/windows-10-21h1-e-piu-vicino-di-quanto-pensassimo-iniziata-la-fase-beta_95645.html